Archivio: Rassegna Stampa

Ma che fine ha fatto l’Osservatorio comunale contro l’usura, l’estorsione e la criminalità organizzata?

La nostra denuncia di qualche settimana fa su La Sicilia: “Ma che fine ha fatto l’Osservatorio comunale contro l’usura, l’estorsione e la criminalità organizzata?”

Da gennaio 2013 non si è mai riunito!

WhatsApp Image 2020-10-15 at 19.56.52In questo periodo di intensificazione dell’ usura ed in generale l’intensificarsi dell’attività della criminalità organizzata, sarebbe utile strumento per pensare e condividere azioni comuni.

La gestione dei beni confiscati alla mafia

Ecco l’articolo apparso ieri (10 luglio c.a.) su la Sicilia in merito alla lettera sui beni confiscati inviata al sindaco Salvo Pogliese. Di seguito pubblichiamo anche la lettera integrale sottoscritta da 20 associazioni.

gestione beni confiscati_1

gestione beni confiscati_2

gestione beni confiscati_3

Servire e non servirsi

“Servire e non servirsi” per questo offriremo il nostro contributo per sostenere attività di sensibilizzazione alla denuncia a Misterbianco. Ospiti del circolo #AttivaMisterbianco per parlare della sempre attuale pressione criminale esercitata attraverso l’estorsione e l’usura. Per Asaec Antiestorsione di Catania, il presidente Nicola Grassi.

WhatsApp Image 2020-10-15 at 19.51.03

WhatsApp Image 2020-04-06 at 22.37.49

L’emergenza sanitaria e il paradiso degli usurai

Grazie alla redazione de “I Siciliani Giovani” e Matteo Iannitti per l’approfondimento.
L’emergenza nell’emergenza. Le parole di Nicola Grassi dell’ Asaec Antiestorsione di Catania.

https://www.isiciliani.it/lemergenza-sanitaria-e-il-paradiso-degli-usurai/?fbclid=IwAR2mg-Ja-jFezMD50QhHZTX5eEdbMlYq0sn5M41B0UNqSimnqSrVHN4yTQo#.XoTG54gza00

 

Abbiamo lanciato l’allarme!
Grazie a Laura Di Stefano per l’intervista a Nicola Grassi – presidente Asaec.
Il rischio di ricorrere a crediti illegali è concreto e molto più attuale di quel che si possa pensare. L’usura del “credito della porta accanto” è in agguato e manifesta un disagio sociale molto ampio di cui è bene prendere coscienza al più presto. Denunciate i “cravattari”!

https://catania.livesicilia.it/2020/03/28/poverta-e-lo-spettro-dellusura-il-rischio-di-ricaderci-e-concreto_526533/?fbclid=IwAR3Bg6Mx0cOn1Qzm35rpfrh9RU19CMKKE5pgF24YwjlkcQelH7J5GI3boSM

Duemilapercento

Con sorpresa – afferma l’Associazione Antiestorsione di Catania – abbiamo appreso la sentenza di patteggiamento emessa con una pena così mite per fatti che sono apparsi subito piuttosto gravi, come anche sottolineato dal GIP nell’ordinanza di applicazione di misure cautelari. La vicenda, che parte dalla coraggiosa denuncia alla Guardia di Finanza di un giovane artigiano che si è poi rivolto a noi per essere sostenuto ed aiutato perché solo ed isolato, ha sviluppato indagini che hanno evidenziato tassi con punte pari al 2000% e la vicinanza, per uno dei due usurai, per strettissimi rapporti di parentela, ad ambienti della criminalità organizzata. La decisione – spiega Asaec – ci amareggia, non certo per la scelta del rito alternativo – che rimane nella facoltà delle parti – ma piuttosto perché la serialità e l’abitudinarietà delle condotte usurarie che avrebbero potuto suggerire l’applicazione di pene più severe. Non solo, ma desta perplessità il fatto che le rilevanti somme anticipate dall’erario per le proficue attività tecniche di indagine non potranno essere recuperate e che nulla sia stato previsto in merito alla confisca delle somme sequestrate dal GIP che ammontano agli interessi usurari percepiti. Ci chiediamo, infine, se davvero questa possa essere la risposta giudiziaria più equilibrata verso coloro che con coraggio e determinazione decidono di denunciare rischiando tutto o, invece, rappresenti un preoccupante disincentivo sul quale tutti dovremmo soffermarci a riflettere.

https://catania.meridionews.it/articolo/85726/interessi-fino-al-duemila-per-cento-a-un-barbiere-catanese-gli-usurai-patteggiano-esito-che-scoraggia-la-denuncia/?fbclid=IwAR3KqWrxFSlcpZpUG9bp0DuQGg34hUlzUqy0j4-7BIZoSWjgJVTTgDFSE9Q

Una passeggiata antiracket per le strade di Giarre «Un modo per incontrare commercianti e artigiani»

https://catania.meridionews.it/articolo/83581/una-passeggiata-antiracket-per-le-strade-di-giarre-un-modo-per-incontrare-commercianti-e-artigiani/?fbclid=IwAR3igD9MYrlQdsrvz86OjKCe8eZAyHRKJ7x3hu1DSkwvftJ2qJTRWPCsoEU

MeridioNews del 29 novembre 2019 – A Giarre la battaglia contro il pizzo si fa in strada

https://catania.meridionews.it/articolo/83612/la-passeggiata-con-porta-a-porta-dellantiracket-a-giarre-la-battaglia-contro-il-pizzo-si-fa-in-strada/

WhatsApp Image 2019-11-29 at 20.11.33

Gazzettino Online del 28 novembre 2019 – Passeggiata contro il pizzo

https://youtu.be/4kMv9Y2bV1s